Sito archeologico di Carpena
11 febbraio 2014
$$datasiel.heritage.label.LF$$
I resti del castello di Carpena, prima dominio degli Estensi, poi dei Malaspina, sempre oggetto di contese tra signori locali, si trovano in posizione strategica a ridosso del golfo spezzino. L’intervento ha messo in sicurezza l’area archeologica con recinzioni e ristrutturazioni
Area archeologica di Carpena

Nella vallata che ospita Riccò del Golfo sorge il borgo medievale di Carpena. In paese si è soliti indicare con il nome di castello la località dove sorgeva l'opera fortificata distrutta nel 1412 dalle truppe guidate da Antonio Doria in un cruento conflitto.

Visitare il sito oggi rende perfettamente l'idea di quanto possa essere successo durante questo violentissimo episodio: il castello è totalmente raso al suolo, ciò che si presenta ai nostri occhi sono solo gli stralci dei muri perimetrali. Il sito è stato soggetto a recenti campagne di scavo archeologico.

Il bene è allo stato ruderale avanzato. Nell'ambito del programma di Valorizzazione delle risorse naturali e culturali della Liguria, (Asse 4 del Por Fesr 2007-2013), è stata prevista la messa in sicurezza dell’area, attraverso la posa in opera di recinzioni adeguate, per valorizzare il patrimonio archeologico presente, predisporlo a svolgere anche funzioni didattico-ricreative e agevolarne la fruizione da parte dei turisti.

Completa la valorizzazione del sito la manutenzione della rete viaria e l'allestimento di un centro di documentazione.