Villa Sauli Podestà, il recupero
18 novembre 2013
$$datasiel.heritage.label.EV$$
Recuperata la seicentesca villa di Prà. Un intervento di risanamento conservativo che strizza l’occhio a una delle eccellenze del territorio, il basilico, nel pieno della zona di tradizionale produzione
Villa Sauli Podestà

Un intervento importante quello che ha permesso il recupero della seicentesca Villa Sauli Podestà di Prà. Una delle grandi ville del ponente genovese è tornata al suo antico splendore grazie a un intervento finalizzato al recupero e al risanamento conservativo dell’edificio, che lo riqualifica dal punto di vista funzionale.

I lavori hanno riguardato la messa in sicurezza del corpo centrale della villa, il rifacimento della copertura, l'esecuzione di interventi di conservazione e consolidamento della volta del salone centrale e il rifacimento dei solai interpiano. L’antica cappella è stata mantenuta e ristrutturata integralmente. Sono stati recuperati anche il camino storico e gli affreschi presenti in tutto il complesso e demoliti e ricostruiti i nuovi volumi laterali, destinati ad ospitare, a ponente, il laboratorio del centro servizi del Parco del basilico e, a levante, un auditorium.

La villa restaurata ospiterà quindi il Centro per l’impiego del Ponente e il Centro Servizi del Parco del basilico, istituito dalla provincia di Genova a tutela e sostegno del tipico prodotto ligure e di chi lo coltiva, nel pieno della zona di tradizionale produzione.

Iniziato a fine maggio 2009, l'intervento di recupero di villa Sauli Podestà, sostenuto dalla Provincia di Genova con un cofinanziamento della Regione Liguria nell’ambito progetto di Valorizzazione delle risorse naturali e culturali della Liguria (Asse 4 del Por Fesr 2007-2013), si concluderà entro il prossimo dicembre e verrà inaugurato il 22 gennaio 2014