La notte dei furgari
Sabato 8 febbraio 2014
Taggia (IM)
Fuoco, spettacolo e tradizione in uno dei borghi più belli della Liguria. Una festa antichissima: il paese venne dato alle fiamme per ingannare i pirati e si salvò

La sera dell'8 febbraio, passando da Taggia la vedrete bruciare. Il borgo medievale, uno dei tanti in cui è previsto un intervento della Regione e uno dei più grandi della Liguria, sarà acceso da fiamme altissime, le vecchie mura saranno illuminate dal fuoco, ovunque in paese scoppi e urla.

Niente paura, è l'inganno che si ripete: secoli fa, ispirati da San Benedetto Revelli, gli abitanti di Taggia accesero fuochi e falò in tutto il paese per far credere ai saraceni che fosse già stato saccheggiato. I pirati, che infestavano la costa, ci credettero e Taggia si salvò. Da allora, la festa si ripete, con i fuochi e i furgari, speciali canne di bambù ripiene di polvere da sparo che rilasciano fiammate spettacolari. L'indomani Taggia rinasce dalle sue ceneri, nuova e bella come un'araba fenice.